Regolamento concernente le candidature alle cariche sociali e le elezioni nell'ambito della Sezione Costruttori Edili dell'Associazione Industriali del Molise

1) Gli imprenditori che intendono ricoprire cariche sociali devono manifestare la propria candidatura per iscritto alla Commissione permanente costituita dal Presidente e dai Vicepresidenti della Sezione per la valutazione della relativa ammissibilità improrogabilmente entro i sette giorni antecedenti la data di svolgimento della riunione nella quale si procede alla relativa elezione. In sede di prima applicazione del presente Regolamento, le candidature sono presentate all'Ufficio di Presidenza della Sezione che ne valuta l'ammissibilità.

2) I rappresentanti delle imprese che non abbiano adempiuto integralmente sia agli obblighi statutari sia agli obblighi contributivi nei confronti dell'Associazione Industriali e dell'ANCE nazionale non possono:
né  partecipare all'Assemblea;
né esercitare il diritto di voto;
né essere eleggibili alle cariche sociali territoriali e nazionali in ambito ANCE.

3) Gli imprenditori che intendono candidarsi a ricoprire cariche sociali devono essere in possesso dei requisiti di cui ai paragrafi 1, 2 e 3 del Codice Etico di Confindustria (*).
Ai fini del presente articolo, le candidature di cui al punto 1) sono presentate unitamente ad un'auto-dichiarazione circa l'insussistenza di carichi pendenti ed eventuali precedenti penali per reati commessi nell'esercizio dell'attività d'impresa.

4) Tutte le cariche direttive con rappresentanza esterna hanno durata biennale e sono rinnovabili per un solo mandato.
Il Presidente della Sezione Costruttori Edili, i Presidenti della Cassa e della Scuola Edile del Molise non sono immediatamente rieleggibili.
Inoltre:
il Presidente della Sezione, scaduto il relativo mandato, non può essere immediatamente eletto Presidente della Cassa o della Scuola Edile del Molise;
i Presidenti della Cassa o della Scuola Edile del Molise, scaduti i relativi mandati, non possono essere immediatamente eletti rispettivamente Presidente della Scuola o della Cassa Edile del Molise, né possono essere immediatamente eletti Presidente della Sezione.

5) In ipotesi di elezione alle cariche sociali nell'ambito di organi collegiali, le relative preferenze sono esprimibili nella misura massima del 70% delle cariche sociali medesime.


(*) Nota

Associati - Confindustria ritiene di darsi una Carta dei Valori perché è consapevole di essere cresciuta molto per…..
Nel far parte del Sistema Confederale, gli imprenditori si impegnano a tener conto, in ogni loro comportamento professionale ed associativo, delle ricadute sull'intera imprenditoria e sul Sistema Confederale. Essi pertanto si impegnano:
a) come imprenditori
- ad applicare compiutamente leggi e contratti di lavoro;
- a comportarsi con giustizia nei confronti dei propri collaboratori, favorendone la crescita professionale e salvaguardando la sicurezza sul lavoro;
- ad assumere un atteggiamento equo e corretto nei confronti di clienti, fornitori e concorrenti;
- a mantenere rapporti ispirati a correttezza ed integrità con la Pubblica Amministrazione e con i partiti politici;
- a considerare la tutela dell'ambiente e la prevenzione di ogni forma di inquinamento un impegno costante;
b) come associati
a partecipare alla vita associativa;
- a contribuire alle scelte associative in piena integrità ed autonomia da pressioni interne ed esterne, avendo come obiettivo prioritario l'interesse dell'intera categoria e dell'Associazione;
- ad instaurare e mantenere un rapporto associativo pieno ed escludere la possibilità di rapporti associativi con organizzazioni concorrenti o conflittuali; a comunicare preventivamente alle Associazioni del Sistema altre diverse adesioni; - a rispettare le direttive che l'Associazione deve fornire nelle diverse materie ed ad esprimere le personali posizioni preventivamente nelle sedi proprie di dibattito interno;
- ad informare tempestivamente l'Associazione di ogni situazione suscettibile di modificare il suo rapporto con gli altri imprenditori e/o con l'Associazione, chiedendone il necessario ed adeguato supporto.

Vertici associativi - L'elezione è subordinata alla verifica della piena rispondenza dei candidati ad una rigorosa e sostanziale aderenza ad ineccepibili comportamenti personali, professionali ed associativi.
I candidati si impegnano a fornire alle istanze competenti tutte le informazioni necessarie e richieste.
I nominati si impegnano a:
- assumere gli incarichi per spirito di servizio verso gli associati, il Sistema Confederale ed il mondo esterno, senza avvalersene per vantaggi diretti o indiretti. Tutte le cariche associative sono gratuite;
- mantenere un comportamento ispirato ad autonomia, integrità, lealtà e senso di responsabilità nei confronti degli associati e delle istituzioni, azzerando le personali opzioni politiche nel corso dell'incarico;
- seguire le direttive confederali, contribuendo al dibattito nelle sedi proprie, ma mantenendo l'unità del Sistema verso il mondo esterno;
- fare un uso riservato delle informazioni di cui vengono a conoscenza in virtù delle proprie cariche;
- trattare gli associati con uguale dignità a prescindere dalle loro dimensioni e settori di appartenenza;
- mantenere con le forze politiche un comportamento ispirato ad autonomia ed indipendenza, fornendo informazioni corrette per la definizione dell'attività legislativa ed amministrativa;
- coinvolgere effettivamente gli organi decisori dell'Associazione per una gestione partecipata ed aperta alle diverse istanze;
- rimettere il proprio mandato qualora per motivi personali, professionali od oggettivi la loro permanenza possa essere dannosa all'immagine dell'imprenditoria e dell'Associazione.

Rappresentanti esterni - Vengono scelti tra gli associati, secondo criteri di competenza ed indipendenza, su delibera degli organi competenti, secondo gli statuti.
Le Associazioni si impegnano ad informare la Confindustria sulle loro rappresentanze in enti esterni.
I rappresentanti si impegnano:
- a svolgere il loro mandato nell'interesse dell'ente designato e degli imprenditori associati nel rispetto delle linee di indirizzo che le Associazioni sono tenute a fornire;
- alla informativa costante sullo svolgimento del loro mandato;
- ad assumere gli incarichi non con intenti remunerativi;
- a rimettere il loro mandato ogni qual volta si presentino cause di incompatibilità od impossibilità di una partecipazione continuativa o comunque su richiesta delle Associazioni;
- ad informare e concordare con l'Associazione ogni ulteriore incarico derivante dall'ente in cui si è stati designati.

Per la verifica e l'applicazione delle norme comportamentali sopra indicate è demandato ai Collegi dei Probiviri - che saranno costituiti oltre che da Confindustria anche da tutte le Associazioni aderenti - il compito di fornire un parere, obbligatorio non vincolante, sul profilo personale o professionale degli imprenditori che:
- chiedano di aderire all'Associazione;
- siano candidati agli incarichi associativi;
- o vengano proposti per gli incarichi esterni.
Il Collegio dei Probiviri sarà eletto con voto segreto dall'Assemblea e non cooptato, in un momento diverso dalla elezione del Presidente (un anno prima).
A livello centrale, tale organismo può essere adito in seconda istanza da tutti i soggetti interessati a livello locale o categoriale, od agire di proprio impulso.